Sergio Citti

“Annavo al cinema. Sì, ma è chiaro non vedevo i film de adesso, Sciuscià…Non ero tanto regazzino. Annavo al cinema, sì, vedevo SciusciàUmberto D., Roma città aperta. I film stranieri dopo ho cominciato a vederne qualcuno. Pier Paolo mi fece capì quarche film de ‘sti Murnau, de Mizoguchi, mi portava ar cinema, proprio al Filmstudio a vedere ‘sti film qui…E’ lì che ho cominciato a…sì, anzi no, mi ha fatto un senso contrario, cioè, vedere ‘sti grandi film, ‘sti capolavori, me faceva sentì un po’ a disagio, quasi un po’ di vergogna di fronte a questi che hanno girato ‘sti capolavori, ‘sti film così importanti. L’altri che possono fare? Pier Paolo me spiegava, me faceva capì.”

Sergio Citti

Torna alle Storie del Filmstudio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.